Regolamento Interno

S.W.A.T.

SOFT WAR AIR TEAM REGOLAMENTO INTERNO

ART. I

Il gruppo S.W.A.T. si propone, esclusivamente, di associare persone di qualsiasi tipo, al fine di divulgare il gioco e di divertirsi, insieme con puro spirito sportivo.

ART. II La democrazia e l’uguaglianza , senza alcuna forma di discriminazione, sono lo status del gruppo.

ART. III

Il rispetto del regolamento interno, dello statuto e delle leggi vigenti in materia deve essere assoluto.

ART. IV

Il rispetto e l’onesta’ nei confronti degli iscritti durante il gioco e le riunioni sono obblighi.

ART. V

Il rispetto dei luoghi(boschi, masserie ….) in ogni forma e fattispecie è assoluto; non è ammesso deturpare, inquinare, imbrattare rendere inservibile, incendiare qualsiasi oggetto, struttura o vegetazione che faccia parte integrante e non delle aree di gioco.

ART. VI

Il socio , durante il gioco, non dovrà mai in alcun modo utilizzare il proprio equipaggiamento per infastidire o provocare volontariamente variazione della tranquillità di chi estraneo al gioco dovesse transitare in quel momento.

ART. VII

I soci sono tutti uguali ed hanno pertanto i medesimi diritti e doveri;fanno eccezione i soli membri del direttivo sui quali cade l’onere di adempiere, in modo preciso, ad i compiti derivanti dalle loro cariche.

ART. VIII

Ogni controversia a livello personale tra i soci dovrà essere risolta al di fuori del gruppo; non saranno,pertanto, ammesse discussioni private a titolo contestativo né in sede di riunioni, né in partita;

ART. IX

Le partite si svolgono solo ed unicamente su territori autorizzati e dopo le dovute autorizzazioni da parte delle forze di sicurezza.

IL DIRETTIVO

ART. I

Il direttivo è composto da un minimo di 5 ad un massimo di 21 elementi per 99 iscritti.

ART. II

Nel caso in cui un membro del direttivo dovesse dare le dimissioni, qualunque socio iscritto da almeno un anno e con una frequenza della vita associativa di almeno il 60% potrà chiedere di essere ammesso in seno di tale organo,previa domanda scritta.

ART. III

L’ammissione del candidato in riferimento all'ART.II in seno al direttivo dipenderà esclusivamente dalla votazione favorevole della maggioranza relativa del gruppo(la metà + 1).

ART. IV

Tutte le cariche all’interno del direttivo determinano un impegno formale; pertanto chi non ne terrà fede sarà sostituito con altro socio.

ART. V

La sostituzione di uno o più membri del direttivo sarà decisa con la maggioranza del direttivo stesso. Qualora non dovesse esserci tale maggioranza, il direttivo restante renderà note, ai soci, le motivazioni e chiederà le votazioni.

ART. VI

Il socio potrà in ogni momento, chiedere l’ espulsione di un compagno, la sostituzione di uno o più membri del direttivo, la rielezione del direttivo, nonché la figura del presidente.

ART. VII

Le contestazioni, citate nell’ART. VI, devono essere presentate per iscritto al consiglio direttivo, corredate da motivazioni valide, cioè tali da ledere in modo grave il nome e l’integrità’ del gruppo, nonché dei soci, il quale entro 15 giorni dovrà vagliarne la veridicità e in caso di giudizio favorevole dovrà indicare la data delle votazioni.

ART. VIII

Il direttivo esamina le lamentele e le rende note ai soci solo qualora riguardino il direttivo stesso.

ART. IX

Il direttivo ha l’obbligo di applicare e di rispettare il regolamento interno e lo statuto del gruppo.

ART. X

Il direttivo decade quando allo scadere dei tre anni di mandato la maggioranza dei soci dovesse essere favorevole allo scioglimento.

ART. XI

Gli elementi che compongono il direttivo possono essere eletti solo se: -Alla carica di presidente quando iscritti da almeno 5 anni; -Alla carica di consigliere quando iscritti da almeno un anno e con una frequenza nella vita associativa di almeno il 60%. Il Presidente deciderà tra i quattro eletti la carica di Segretario - il VicePresidente viene nominato dall'Assemblea dei soci tra gli eletti.

ART. XII

Le decisioni del direttivo non sono sindacabili dal singolo; ne deriva che, la modifica di tali delibere necessità del consenso della maggioranza dei soci che esporrà allo stesso eventuali modifiche da apportare che saranno prese in esame dal direttivo che deciderà se adottarle o meno.

ART. XIII

Tutto ciò che non è contemplato dallo statuto e dal regolamento interno sarà regolato a norma di legge.

ART. XIV

Qualsiasi richiesta verrà comunque vagliata dal direttivo che si esprimerà in merito in modo insindacabile.

L’ISCRIZIONE

ART. I

Chiunque può iscriversi al club, sottoponendosi alle 2 partite prova e al parere della maggioranza del direttivo.

ART. II

Il direttivo decide in merito alla domanda di iscrizione del candidato dopo aver appurato la lealtà in gioco, il parere dato dalle autorità e dopo il controllo dei certificati richiesti.

ART. III

La tessera ha un costo di 60,00 euro , I candidati dovranno pertanto versare tali somme al momento dell’iscrizione per considerarsi iscritti a tutti gli effetti.

ART. IV

Il direttivo si riserva di ritirare la tessera qualora il socio non ottemperi, in modo richiesto al regolamento interno e allo statuto.

ART. V

Il socio, nuovo iscritto, dovrà munirsi, entro dieci giorni degli appositi certificati(medico di stato di buona salute) , esame ECG e dell'attrezzatura richiesta dal direttivo.

ART. VI

Il ritesseramento non e’ automatico ed e’ a discrezione del direttivo.

IL GIOCO

ART. I

E’ obbligatorio per ogni socio, l’uso della maschera protettiva durante le partite.

ART. II

In gara potrà essere adottata qualsiasi schema tattico e comunque i tipi di giochi conosciuti non sono vincolanti.

ART. III

La partita va svolta solo nelle aree delimitate dai cartelli e autorizzate dalla questura.

ART. IV

Se uno o più soci, in gioco, saranno fuori dal campo delimitato, nell’atto di condurre azioni, saranno considerati “morti “ ed esclusi dal gioco.

ART. V

Non e concesso contestare il colpo a segno durante la partita, tale comportamento provocherà l’esclusione dal gioco di entrambi i giocatori.

ART. VI

Il colpo a segno e’ dato dal pallino su una qualsiasi parte del corpo anche l’arma in uso o di scorta , e pertanto il socio colpito sarà tenuto a comunicare di essere stato preso ed uscire dall’area di gioco senza comunicare ad altri la posizione dei compagni o degli altri avversari.

ART. VII

Le squadre devono essere divise in modo equilibrato.

ART. VIII

La squadra deciderà il capo squadra di comune accordo o per sorteggio. Le Decisioni prese dal Caposquadra durante tutta la fase di gara dei tornei ed eventi, sono  insindacabili sul campo, ma solo in fase di Debriefing posso essere discusse.

ART. IX

Non e’ consentito portare, in partita armi diverse da quelle previste dal soft air (coltelli, armi a salve, archi, balestre,ecc..).

ART. X

La partita non ha durata, ne’ tattica stabilita, salvo diversi accordi preventivamente presi.

I DIVIETI

ART. 1

E’ SEVERAMENTE VIETATO:

I Portare armi bianche o di qualunque genere, tali da nuocere all’incolumità’dei soci e di chiunque altro sia presente nell’area di gioco.

II Portare distintivi, mostrine.

III Avere atteggiamenti aggressivi in partita o durante le riunioni del gruppo.

IV Divulgare notizie false tali da ledere il gruppo e coloro che ne fanno parte.

V Prendere iniziative personali a nome o per conto del gruppo non avendone titolo.

VI Creare volutamente malcontento, tale da mettere in pericolo la stessa esistenza del gruppo.

VII Contestare gratuitamente l’operato del direttivo e di quanti altri si siano prodigati alla crescita del gruppo stesso, al fine di danneggiare un socio o il club stesso.

VIII Organizzare partite nei terreni non autorizzati.

IX Esibire la tessera del gruppo per iniziativa personale.

X Dare alla partita tendenze politiche o partitiche.

ART. 2

PER TUTTO CIO’ CHE NON E’ CITATO CI SI RIFARA’ A QUANTO DISPOSTO DALLA LEGGE.

LE SANZIONI

ART. I

Se il socio ha coportamenti aggressivi, incivili e disonesti durante il gioco e la vita associativa del club, il socio sarà inizialmente sottoposto a un richiamo da parte del direttivo. A un successivo richiamo ci sarà la sospensione per un mese. per  2 sospensioni ci sarà l'espulsione dal club con il divieto di rientrare.

 

ART. II

L’espulsione dal gruppo e’ prevista per chiunque contravvenga all’ART.4 paragrafo 1 e ai punti 2,3,4 dell’ ART. 7 capitolo 2.

ART. III

Provoca comunque l’espulsione un comportamento da parte del socio, finalizzato alla distruzione del gruppo o al danneggiamento morale e fisico di uno o più soci.

ART. IV

Il socio sottoposto a sanzione sarà tenuto a rispettarla, in caso contrario contravverrà all’ART. 3 paragrafo 1.

ART. V

La rissosità, la slealtà e l’irriverenza nei confronti delle leggi vigenti e dei regolamenti del gruppo sono sanzionabili.

ART. VI

Ogni sanzione pecuniaria, da parte delle autorità, causata da un comportamento irresponsabile di uno o più soci sara’ a loro addebitata; inoltre verranno presi seri provvedimenti all'’interno del gruppo nei confronti dei responsabili.

Revisionato con Verbale di Assemblea del 05.05.2016

Share