Cos'è il Softair

 

Il Soft Air è un gioco che trae le sue origini dal Paintball. Quest’ultimo nacque da una singolare disputa avvenuta negli immensi boschi americani: un gruppo di guardie forestali del luogo stava segnando gli alberi con bombolette spray quando iniziarono a discutere animatamente. Alla discussione seguì una cruenta quanto divertente battaglia a suon di spruzzate di vernice con le bombolette. Finì così quella che fu la prima partita di Paintball della storia e nacque così uno dei giochi più divertenti dell’ultimo millennio. Poco dopo faranno la comparsa sul mercato i Marcatori, particolari pistole a gas in grado di sparare pallini del diametro di un centimetro, pieni di vernice.
In Italia il Paintball (chiamato anche Splash Contact) è illegale e prende piede così il Soft Air. Nel Soft Air i Marcatori assumono il nome di ASG (Air Soft Gun), i pallini sono di soli sei millimetri di diametro e non contengono vernice. Il gioco è lo stesso: ci si divide in due o più squadre, si fissa un obiettivo e via con il divertimento. Quando un giocatore è colpito da un pallino, dichiara il proprio stato di “eliminato” ed esce dal gioco. La partita finisce quando si raggiunge l’obiettivo o quando rimane sul campo solo una squadra.
Com’è possibile essere sicuri di aver colpito qualcuno senza un sistema di marcatura tipo quello del Paintball? In base a una delle qualità fondamentali che deve possedere chi desidera cimentarsi in questo gioco e cioè l’onestà!!!
Il gioco del Soft Air non è pericoloso e l'unica protezione necessaria sono degli occhialini di plastica oppure una maschera integrale allo scopo di proteggersi gli occhi dai pallini che altrimenti sono assolutamente innocui.
Violenza, contatto fisico e paramilitarismo sono vietati!
Il Soft Air è un vero e proprio sport con tanto di assicurazione, associazioni, tornei, raduni amichevoli ma soprattutto è amicizia e volgia di stare insiame all'aria aperta. Non c’è altro da dire sennonché è un gioco da provare, perché il miglior modo di sapere che cosa sia il Soft Air è giocarlo!!!

 

 Soft Air FAQ

D: E' la stessa cosa del Paintball?

R: No. Il Paintball usa i marcatori, particolari pistole a gas in grado di sparare pallini del diametro di un centimetro, pieni di vernice. In Italia il Paintball (chiamato anche Splash Contact) è illegale, in quanto i marcatori sono caratterizzati da una potenza eccessiva secondo la legge, e pertanto si è diffuso maggiormente il Soft Air.

 

D: Ma se non rimane il segno, come posso sapere se ho colpito il bersaglio?

R: A parte il fatto che i pallini (in inglese BB, da Ball Bearing, cuscinetti a sfere, solo che ovviamente questi sono di plastica) sono per lo più bianchi e ben visibili, il bello del Soft Air è proprio questo: a chi viene colpito si richiede l' onestà di dichiararsi tale. Generalmente questo viene fatto alzando una mano e gridando "Colpito" ma le modalità spesso variano tra Club e Club. Inutile dire che i giocatori che non si dichiarano, i cosiddetti Highlander, non godono della simpatia dei loro compagni e spesso vengono esclusi. Lo spirito del gioco è nella lealtà che è richiesta verso i propri compagni e verso gli avversari.

 

D: Che cosa serve per giocare e quanto spendo?

R: I costi per un'attrezzatura nuova possono sembrare piuttosto alti, ma rispetto ad altri hobby come caccia, pesca e modellismo sono notevolmente sotto la media.

 

D: Ma cosa sono queste repliche?

R: Sono riproduzioni puramente estetiche delle armi vere, del tutto incapaci di sparare proiettili veri; in realtà all' interno vi è un sistema (ve ne sono diversi, ma perlo più basati su un motore elettrico collegato ad una molla o una bomboletta di gas CO2) in grado di spingere i famosi pallini, sia a colpo singolo che a raffica.

 

D: Ma allora quanti tipi di repliche ci sono?

R: Quelle usate nelle partite sono fondamentalmente tre: i fucili elettrici, in grado di sparare a raffica, le pistole a gas, in grado di sparare in modalità semiautomatica, i fucili da cecchino a molla, a colpo singolo. Il primo tipo è quello maggiormente utilizzato nelle schermaglie.

 

D: Ma per giocare devo avere esperienza militare?

R: Assolutamente no. Magari all' inizio dovrete stare un po' più attenti a seguire i consigli dei vostri compagni e gli ordini del caposquadra, ma nel giro di qualche partita inizierete a capire come ci si deve muovere e le tattiche principali, dopo di che ne saprete abbastanza da muovervi con competenza.

 

D: Cosa ci trovate di divertente nello "spararvi"?

R: Il divertimento, sta nella sfida del confrontarsi con altre persone intelligenti e nel misurare le proprie capacità tattiche, di mira, e anche atletiche, in maniera competitiva e non pericolosa.

 

D: Ma non è pericoloso il vostro gioco?

R: Non più di qualsiasi altro sport praticato in campagna. I pallini non sono in grado di trapassare la pelle di un uomo, pertanto non possono ferire; per quanto riguarda gli occhi come già detto la protezione è obbligatoria e si indossano sempre, perciò non c'è pericolo.

 

D: Il Soft Air è uno sport?

R: Secondo il vocabolario, lo sport è un' attività fisica governata da regole, spesso a squadre, spesso intrapresa in maniera competitiva. Direi che il Soft Air rientra nella definizione.

 

D: Ma siete tutti dei Rambo frustrati?

R: Nel Soft Air, come in tutte le attività, si incontra gente di ogni tipo, e indubbiamente alcuni sono attratti dall' alone militaresco che circonda il gioco. In realtà quasi tutti i partecipanti sono motivati invece dall' atmosfera di amicizia che si crea all' interno della squadra e dal desiderio di divertirsi in compagnia; si vedono giocare bambini di 15 anni e adulti di 50, uomini e anche donne.

 

D: Ma non è un incitamento alla violenza?

R: Non direi proprio. Anzi semmai è uno sfogo, in maniera innocua, della tensione e dello stress accumulati con il lavoro o lo studio, il tutto in un' atmosfera di amicizia e divertimento.

 

D: Ma fate anche a pugni oltre a "spararvi"?

R: Assolutamente no! Ogni forma di contatto fisico è vietata nel Soft Air, pertanto è molto più facile che ci si infortuni o ci siano delle discussioni animate praticando altri sport!

 

D: Ma come fate a dire che il Soft Air è meno violento degli altri sport? Voi usate le armi!

R: Intanto non sono armi, bensì repliche di armi, inatte a ferire, come dichiarato dalla legge italiana. Molto più importante, in molti sport, specialmente a livello dilettantistico, l'agonismo viene spesso spinto all'estremo dagli allenatori, facendo perdere al ragazzo l'ideale dello sport come momento di aggregazione e divertimento e inculcando in loro l'idea del "nemico" da battere. Nel Soft Air invece la violenza è solo apparente, mentre in realtà tra gli avversari vi è un rapporto di lealtà (dimostrato dal dichiararsi colpiti) e di rispetto.

Share